Credito d’imposta per Ricerca e Sviluppo

Le aziende che svolgono attività di ricerca e sviluppo, internamente od esternamente, possono beneficiare di un credito di imposta automaticamente utilizzabile, senza preventiva richiesta, per compensare altre imposte e contributi, in misura pari fino al 50% delle spese effettuate per l’anno 2019 e precedenti.

L’agenzia delle Entrate ha espressamente previsto la possibilità di utilizzare il credito di imposta maturato in anni precedenti, anche se non indicato nella relativa dichiarazione, semplicemente presentando una dichiarazione integrativa.

Le tipologie di spese che rientrano tra quelle agevolabili sono quelle per:

  • personale dipendente
  • utilizzo di macchinari ed impianti
  • consulenze di terzi
  • privative industriali
  • materiali per la realizzazione di prototipi

Il beneficio è applicabile ad aziende di ogni dimensione, tipologia e settore.

Poiché dal 2020 entrano in vigore modifiche che modificano i criteri di calcolo del beneficio spettante (da un lato riducendo quello per R&S, dall’altro introducendo nuovi benefici per le attività innovative e per quelle di design), è opportuno non perdere l’occasione, nei primi mesi del 2020, di valutare e definire le pratiche relative agli anni 2018 e 2019.

Assistiamo anche aziende che hanno già utilizzato il credito di imposta in precedenti esercizi per la verifica di completezza (progettuale, documentale e procedurale), sia preventiva sia in caso di richiesta di chiarimenti o verifica già in corso da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Per un approfondimento leggi qui

Le attività relative al Credito di Imposta per R&S sono svolte dal “Team Innovazione 4.0”, di cui lo studio è coordinatore ed unico referente

Scarica il documento completo

Verifica il tuo credito d’imposta

Compila il modulo per ricevere informazioni