L’importanza della pianificazione economico-finanziaria nel post Covid-19

pianificazione post covid

Una corretta pianificazione economico-finanziaria avrà un ruolo fondamentale nella fase della ripartenza dopo lo stop imposto dall’emergenza Covid-19, e permetterà l’accesso alle forme di sostegno finanziario previste in favore delle imprese.

Al di là dei proclami di questi giorni, infatti, le banche concederanno i finanziamenti a quelle imprese che riterranno possano avere maggiori possibilità di restituzione, come del resto è sempre stato nel passato anche a fronte di garanzie statali.

D’altro canto, l’interesse primario delle imprese stesse deve essere quello di pianificare attentamente la migliore strategia per far ripartire la propria attività, programmando nel contempo gli investimenti necessari nel medio periodo, così come indicato dallo stesso Decreto Liquidità, che definisce il limite massimo del supporto finanziario alle aziende nel maggior valore tra:

  • il doppio del costo del personale del 2019
  • il 25% del fatturato del 2019
  • il fabbisogno per capitale di esercizio e costi di investimento

Il business plan diventa quindi strumento essenziale per definire, in modo puntuale, obiettivi chiari e realistici. Le previsioni finanziarie ed economiche e il relativo piano di investimenti necessitano, oggi più che mai, di essere supportate da una attenta analisi di scenario e da una analisi s.w.o.t., in un’ottica di gestione consapevole del rischio finalizzata al miglioramento delle performance aziendali.

L’implementazione di un adeguato sistema di controllo completa poi un percorso mirato ad elevare il livello qualitativo della gestione che possa così favorire la realizzazione di un piano di sviluppo, o di ripartenza nell’attuale contesto.

Di questo hanno bisogno le aziende ora, non di un ulteriore indebitamento fine a se stesso.

Un’adeguata pianificazione non deve trascurare, poi, l’opportunità di utilizzare forme di aiuto a fondo perduto anche preesistenti rispetto all’inizio dell’emergenza. Ad esempio, quelli messi a disposizione dal Piano di Transizione 4.0, che finanzia a fondo perduto l’acquisto di beni strumentali e gli investimenti in R&S e innovazione.

 

Contattaci per ulteriori informazioni o per prenotare una consulenza.