Modello 231

FORMAZIONE 231

Accedi al corso di formazione per la corretta implementazione di un Modello Organizzativo 231 adeguato, completo ed efficace

.

    Richiedi maggiori informazioni


    Perché è indispensabile la formazione sul Modello 231

    Attuazione

    Per garantire l’efficace attuazione del Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01

    Comprensione

    Per assicurare una adeguata conoscenza, comprensione ed applicazione del modello da parte delle figure apicali e dei dipendenti sottoposti

    Identificazione

    Per identificare i rischi di commissione di reato e le aree aziendali più sensibili

    Prevenzione

    Per prevenire il rischio di incorrere in sanzioni pecuniarie e interdittive a carico dell’azienda previste dal D.Lgs. 231/01

    Richiedi informazioni sul corso 231

    A cosa serve il Modello Organizzativo 231

    Il Modello Organizzativo di Gestione e Controllo, previsto dal DLgs. 231/01, ha lo scopo di definire un sistema di controllo interno all’organizzazione che consenta la gestione di tutti i processi correlati ai reati presupposto. Il Modello 231, pertanto, consiste in un insieme di documenti che descrivono le misure di controllo adottate dall’organizzazione stessa al fine di evitare la commissione di reati.

    Il Modello 231, quando correttamente applicato, permette alle persone giuridiche, società e associazioni, anche prive di responsabilità giuridica, di non essere direttamente sanzionate per i reati commessi dai propri amministratori, dirigenti, dipendenti e collaboratori.

    Infatti, nel caso in cui si verifichi uno dei reati ex D.Lgs. 231/01, sono previste rilevanti sanzioni pecuniarie e interdittive a carico dell’impresa che possono mettere in pericolo la stessa continuità dell’attività aziendale.

    Va precisato che la formazione 231, pur non essendo obbligatoria, come del resto la stessa adozione del modello organizzativo, riveste un ruolo fondamentale per la corretta comprensione della valenza esimente del Modello 231.

    E’ importante tenere presente che nel caso in cui non venga adottato alcun modello organizzativo e, di conseguenza, non venga erogato un percorso formativo per il personale in settori a rischio-reato, l’ente viene considerato responsabile di illeciti commessi da amministratori o dipendenti.

    Modello Organizzativo 231

    Obiettivi e finalità

    Il corso ha come obiettivo quello di:
    • fornire ai partecipanti, un quadro chiaro sulla normativa in materia di responsabilità amministrativa delle persone giuridiche in Italia.
    • esaminare le implicazioni organizzative e gestionali che caratterizzano l’implementazione del Modello Organizzativo personalizzato sulle specifiche attività dell’ente, in modo da definire uno strumento idoneo atto a prevenire la commissione d’illeciti (cd. reati presupposto) da parte delle figure apicali e dei dipendenti sottoposti.

    Destinatari

    Il corso di formazione 231 è rivolto alle figure apicali e ai dipendenti sottoposti che operano in specifiche aree di rischio

    Come accedere al corso

    Si accede partecipando ad uno degli avvisi periodicamente emanati dai principali Fondi Interprofessionali. L’adesione al Fondo è volontaria e gratuita e garantisce alle imprese l’opportunità di mettere in atto azioni formative utili a qualificare o riqualificare i propri dipendenti, aumentando il know-how interno ed essere così sempre competitive sul mercato.

    Modalità di svolgimento

    Il corso è organizzato in 4 moduli e si tiene presso la sede aziendale, salvo diversi obblighi di legge. Sono previste più del 40% di ore in Training on the Job durante le quali saranno effettuate applicazioni pratiche.

    Modello Organizzativo 231

    Consulta l’indice del corso

    Modulo 1. Durata: 1 giornata

    Aspetti della responsabilità 231 da considerare per la redazione del Modello.

    • Natura della responsabilità da prevenire con il Modello 231;
    • Disamina dei soggetti apicali e sottoposti;
    • Reato presupposto e interesse o vantaggio per l’Ente.

    Modulo 2. Durata: 3 giornate

    Analisi e valutazione dei rischi: Risk analysis

    • Analisi del sistema organizzativo, del processo di attribuzione delle deleghe, valutazione dell’organigramma;
    • Individuazione e mappatura dei processi sensibili e delle aree di rischio;
    • Impostazione della mappatura dei rischi reato presupposto.

    Modulo 3. Durata: 5 giornate

    Il “modello 231” impostazione parte generale e parte speciale

    • Sviluppo parte generale e procedure di gestione dei flussi informativi verso l’Organismo di Vigilanza;
    • Sviluppo parte speciale, analisi delle singole fattispecie di reato applicabili all’impresa, principi di comportamento, sistema di controllo interno.
    • Codice etico e sistema sanzionatorio;
    • Cenni sulla normativa sul “whistleblowing”;
    • Regolamento dell’organismo di vigilanza procedure di nomina; qualità, competenze e conoscenze; obiettivi, compiti, funzioni e poteri assegnati; modalità di revoca; condizioni di cessazione dell’incarico.

    Modulo 4. Durata: 1 giornata  

     L’aggiornamento del Modello

    • Quando procedere nell’aggiornamento del modello;
    • I soggetti coinvolti nell’aggiornamento.

    Vantaggi per le Aziende

    Identificazione e gestione dei rischi di commissione di reato

    Tutela dalle sanzioni pecuniarie e interdittive

    Tutela della continuità aziendale

    Bottari & Associati

    Chi siamo

    Affianchiamo le imprese nella gestione dell’attività e dei loro progetti di sviluppo, mettendo a disposizione competenze in ambito gestionale, societario e tributario.
    Relativamente ad idee progettuali nuove e piani di svilupposupportiamo le aziende nella valutazione preliminare e nella realizzazione, aiutandole a strutturare piani economico – finanziari e ad individuare le migliori forme di finanziamento.

    In ambito gestionale, studiamo ed implementiamo Modelli Organizzativi 231 e sistemi di controllo adeguati alle dimensioni ed all’organizzazione aziendale, necessari anche ai fini del corretto adempimento degli obblighi introdotti dal “Codice della Crisi “ in tema di adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili.

    Poiché crediamo fermamente nel valore della collaborazione, siamo costantemente attivi per la definizione di partenariati strategici tra imprese, anche attraverso lo strumento della Rete di Imprese, e tra le imprese ed il mondo della Ricerca.

    In ambito Piano Transizione 4.0 coordiniamo un team di professionisti con specifiche competenze per favorire la realizzazione di progetti ad alto contenuto innovativo e dare risposta ad ogni esigenza legata a queste tematiche.

    SEGUICI SU

    Viale delle Milizie, 22 – 00192 Roma

    © 2021, Designed & Developed By GEB Software All Rights Reserved