Industria 4.0 Regione Lazio: due nuovi bandi

Promuovere la diffusione in seno al mondo produttivo laziale delle tecnologie più avanzate dei settori maggiormente all’avanguardia come la nanoelettronica o la fotonica, e promuovere per la prima volta il settore della bioedilizia e delle costruzioni intelligenti, favorendo una maggiore sostenibilità ambientale degli edifici e delle costruzioni e una loro maggiore efficienza. Questo l’obiettivo dei due nuovi bandi per il sostegno al riposizionamento competitivo dei sistemi imprenditoriali locali: “KETs – tecnologie abilitanti” da 9.240.000 euro e “Bioedilizia E Smart Building”, da 7.260.000 euro, presentati il 7 dicembre dall’assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive della Regione Lazio Guido Fabiani nell’aula conferenze del Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma Tre.

Si tratta del quarto e del quinto bando – dopo di quelli per Mobilità sostenibile (16,5 milioni), Life 2020-Scienze della vita (18,5 milioni) e Aerospazio e Sicurezza (7.920.000 euro) – degli otto previsti nel quadro delle iniziative per l’industria 4.0 e per la reindustrializzazione del territorio della Regione Lazio. Anche questi due avvisi pubblici sono stati redatti sulla base del percorso partecipato realizzato con la Call for Proposal e con gli Stati generali dell’Industria del Lazio. Pubblicati all’inizio del mese i due bandi saranno gestiti da Lazio Innova e sono destinati a Pmi, liberi professionisti, grandi imprese e organismi di ricerca e di diffusione della conoscenza; non sono previsti vincoli alla partecipazione tramite i codici Ateco e sono aperti a tutte le imprese indipendentemente dal loro ambito di operatività.

www.lazioinnova.it